L'Unione

Che cos'è l'Unione dei Comuni?

L'Unione è un Ente territoriale di secondo grado regolato dall'ordinamento legislativo italiano, in particolare dal decreto legislativo 18 agosto 2000 all'articolo 32 dal titolo Unioni di Comuni.
 
L'Unione è  costituita da due o più Comuni  contigui e con un preciso obiettivo: esercitare continuamente una pluralità di funzioni di loro competenza. Ciò significa che i singoli Comuni si uniscono e delegano alle Unioni dei compiti precisi.
 
L'Unione deve avere un Atto Costitutivo e uno Statuto.
 
Lo Statuto deve essere approvato dai singoli consigli comunali con procedure e maggioranze previste per le modifiche statutarie, deve definire gli organi e le modalità per la loro costituzione, definisce le funzioni svolte dall'unione e le risorse di finanziamento.
 
Il Presidente deve essere scelto fra i sindaci eletti. Gli altri organi previsti devono essere composti da consiglieri o membri delle giunte alla presenza delle minoranze.
 
L'Unione decide al suo interno i regolamenti per propria organizzazione ed i rapporti con i singoli Comuni.
 
Il decreto dispone che le Unioni seguono le regole ed i principi previsti per i Comuni, evidenziando che i componenti degli organi non possono accedere alle disposizioni relative ai Comuni con la popolazione complessiva delle amministrazioni locali associate.
 
All''Unione vengono destinati  gli introiti che derivanti da tasse, tariffe e contributi dovuti per i servizi delegati dai Comuni.